Idee al servizio di un Nuovo Umanesimo.


Chi siamo

Il Cenacolo, associazione Laica per eccellenza, si fa promotore di un'attività diretta a diffondere il proprio ideale attraverso incontri, convegni e dibattiti, per pervenire ad una società in cui si possa dare inizio a realizzare quelle regole enunziate in tutte le Costituzioni democratiche, ma solo parzialmente attuate.

Le nostre idee

Desideriamo porci in posizione antagonista alla crisi del mondo contemporaneo.
I nostri valori, i valori dell'Uomo oggi negati, calpestati, vilipesi in ogni parte del mondo debbono tornare al centro del nostro sforzo.
Dall'antica Grecia all'Illuminismo, vivo è stato il desiderio di porre l'uomo al centro dell'attenzione e della speculazione, per permettergli di elevare la propria condizione.
Questa è l'idea che anche noi perpetuiamo.

I nostri obiettivi

La nostra è un'idea che appare molto difficile da realizzare, ma combatteremo anche se la vittoria appare lontana.
Nel nostro cuore è viva la speranza di risvegliare le coscienze dei popoli, oggi perlopiù sprofondate nel torpore dei nostri tempi, nella foga materiale e nella trascuratezza dell'Io.




Documento Programmatico


I sensibili mutamenti socio-culturali che hanno caratterizzato l'ultimo periodo storico, i pericoli che corre il mondo occidentale ed, in particolare la sua cultura, investiti da principi anacronistici contrari all'unione e all'unità degli intelletti,il tono e le prospettive minacciose nascenti da movimenti religiosi integralisti, impongono a chiunque abbia insita in sé una coscienza, anche storica, di non rimanere inerme, bensì di cogliere l'opportunità per trasformare tale crisi generalizzata in una nuova rinascita di valori, da trasmettere e perpetuare nelle prossime generazioni.

Un'era si sta concludendo intrisa di ruberie e volgarità, le classi dirigenti, politiche ed economiche perseguono ormai sistematicamente interessi corporativi, quando non addirittura personali, sintomo ed effetto di un'atomizzazione delle coscienze e delle popolazioni.
La finanza internazionale, ben consapevole delle potenzialità di massimizzazione del profitto in situazioni di sbando di tale portata, osserva compiaciuta dall'alto un tessuto sociale che ormai poco o nulla può opporre a tale stato degli atti, per mancanza di interesse, di energie costruttive, di sostrato culturale.
Tra le pieghe di questa imminente distruzione resistono ancora alcuni valori semi-sommersi, che gli uomini giusti devono riuscire a far tornare allo splendore antico, e issarli in alto per renderli Faro della nuova Era.
Questo è l'obiettivo finale a cui noi, come Associazione, dobbiamo tendere. 

Sarà senza dubbio una missione difficoltosa, dal momento che il Nulla, paradossalmente, oppone più resistenza dell'ostacolo in sè; ma se vogliamo dare alle genti di questo nostro mondo una speranza, non possiamo esimerci dal lottare.
Le disparità economiche e culturali, sempre più accentuate da decenni di consumismo scellerato, si frappongono tra noi e la realizzazione del  progetto, in quanto rendono facile il gioco di speculatori e parassiti di ogni sorta, negando ad ogni uomo la propria realizzazione ed estrinsecazione nella comunità, favorendo astio, invidia ed inimicizia a tutti i livelli della società, dalla famiglia ai governi.

Noi dal canto nostro, non vogliamo certo negare il valore e l'unicità che contraddistinguono l'individuo, ma vogliamo inserirlo in un contesto di armonia e costruttività, in cui le particolarità di ogni singolo uomo si fondino alle altre in un rapporto sinergico per la costruzione di un mondo più giusto, senza prevaricazioni o derive "inumane".
Non ultime per importanza devono essere le preoccupazioni per l'ambiente che ci circonda, presupposto essenziale per il naturale sviluppo dell'essere umano, che tuttavia ultimamente sembra più indirizzato verso altri pianeti che alla cura del proprio.
Questi devono essere i punti di partenza di riflessioni approfondite e condivise, auspicabilmente in un contesto sovranazionale e scevro da qualsiasi interesse economico e politico, per diffondersi in tutta la loro purezza e tutto il loro vigore.

Come strumento ideale per la propagazione delle nostre idee all'interno non solo delle coscienze dei consociati, ma anche in quelle del tessuto sociale in senso lato, l'Associazione si renderà organizzatrice di convegni su temi sensibili di volta in volta individuati. Saranno essi luoghi di incontro, di scambio di visioni e, lo speriamo vivamente, rappresenteranno le radici da impiantare in una terra arida, e per questo ancor più bisognosa di essere curata.

Perugia, 19 ottobre 2015

  Il Presidente      
Giancarlo Zuccaccia